3906 Visualizzazioni |  2

La magia si rinnova a fianco di ANDREA BOCELLI per una nuova straordinaria edizione del TEATRO DEL SILENZIO

Federico Fellini, “La Strada”: Le note di Nino Rota, quella splendida metafora tra teatro e vita.

Il Teatro del Silenzio 2016 inzia così.

Con il maestro Marcello Rota a guidare l’Orchestra e il coro del Teatro Carlo Felice di Genova, 80 e 70 elementi, attraverso la malinconia di quel sognante motivo.

Cortei di personaggi truccati da clown, felliniani anche loro, sfilano tra la folla oceanica di pubblico, dilagano, e trasformano la platea in scena.

Sembra “Otto e mezzo”, e invece è “Le Cirque”, il nuovo tributo d’amore di Andrea Bocelli per Lajatico.

E ancora una volta sono li, in prima fila, spettatrice ma anche “autrice” di una piccola, piccolissima parte di uno spettacolo così grandioso. Con orgoglio.

Per il terzo anno, il Maestro ha affidato a Salotti del Gusto® l’accoglienza dei tanti ospiti vip, celebrities e special guests giunti da tutto il mondo per “respirare” e gustare, le eccellenze del Made in Italy!Raffaella Corsi e Alessandro Domanda di Salotti del Gusto con Andrea e Veronica BocelliIncantevoli giochi di luce fendono il cielo stellato: il migliore dei tendoni possibili, per questo circo.

350 abiti di scena preparati con materiali riciclati sono uno spettacolo nello spettacolo, così come gli equilibristi che, sul palco, danno vita a strepitose performance.

Ad un tratto, il grande elefante di luce che troneggia alle loro spalle si spegne ed entrano due elefanti veri, enormi. E poi i cavalli, fastosamente addobbati, che volteggiano in cerchio.117121119La vitalità circense che la direzione artistica di Alberto Bartalini e la regia di Luca Tommassini hanno scritto a quattro mani lascia tutti a bocca aperta. 

Gli ospiti che si alternano sul palco, duettando con il Maestro, sono tra i migliori cantanti lirici al mondo; e poi Giovanni Allevi con un originale pianoforte a coda dipinto a striature zebrate.

Ma la vera sorpresa è un altra; Matteo Bocelli, 18 anni, figlio di Andrea. Altezza e portamento da modello, bel volto mediterraneo, ha un timbro sorprendentemente simile a quello del famoso padre. Ed è subito emozione…

I maxischermi mostrano in video Andrea Bocelli che lancia il proprio destriero al galoppo; avremo l’onore di vederlo dal vivo, al termine della cena che chiude l’evento, nel giardino della sua Tenuta, fiero, sicuro  e sorridente, cavalcare il suo cavallo che danza davanti agli ospiti. 116E’ terminata in questo modo una giornata lunga, lunghissima, e piena di sole, iniziata fin dalle prime ore del pomeriggio, quando nel raffinato e bucolico “salotto” affacciato su un paesaggio toscano di indescrivibile bellezza, abbiamo accolto oltre 1.500 ospiti, vip e celebrities internazionali che hanno atteso l’inizio dello spettacolo degustando i migliori sapori della tradizione culinaria italiana, sorseggiando le bollicine piemontesi Cuvage. 1683027Volti sorridenti in abiti griffati e gioielli, che si muovono in uno spazio di 700 mq, proprio a fianco del backstage, per l’occasione pavimentato e recintato con speci rare di piante verdi a “schermare” la privacy degli invitati.

Accomodati su eleganti salotti bianchi in rattan, ci sono loro, gli ospiti Executive“, quelli per i quali da oltre sei mesi cerchiamo di intercettare gusti e aspettative, quelli che tutto è “amazing”, quelli che scattano selfie, mangiano, bevono, e ritardano di circa un’ora l’inizio del concerto perchè ormai è sera, il sole è calato, si accendono le luci sul palco, ma nessuno ha voglia di staccarsi da quella atmosfera di convivialità e gioia che, da tre anni, Salotti del Gusto® porta a questo straordinario evento.362236111Sui tavoli in legno, oltre alla cristalleria e ai pizzi,  incantano le bucoliche composizioni floreali a completare l’allestimento in perfetto tema “country chic”.

Tutt’intorno, le food station ; i palati degli ospiti sono deliziati dalle degustazioni del pregiato caviale Royal Oscetra di Ars Italica Calvisius, dai salumi dell’antica tradizione medicea della Norcineria Lo Scalco di San Miniato come il lombo affienato, finocchiona, rigatino, prosciutto sotto cenere, ciliegina di fegato, lo spiedino di carne scottadino.

E ancora, i bicchierini di pappa al pomodoro con cialda di pecorino al pesto di pinoli, e di ribollita con olio del Chianti.

I formaggi della Fattoria Lischeto, i grissini artigianali Michelis, la “Rosa del Ticino” della Fattoria del Pesce, la tartar di manzo con misticanza e fiori eduli, i tartufi.2891F4B02204529323520

Lo chef stellato Andrea Aprea del ristorante Vun al Park Hyatt Milan si esibisce in una performance live interpretando i ravioli “al plin” del Pastificio Artigianale Michelis di Mondovì e il baccalà, piatto tipico della cucina toscana, rivisitato secondo la sua visione artistica e innovativa.

La sommelier Alessandra Veronesi accompagna gli ospiti nella degustazione delle bollicine Cuvage, mentre l’Acqua Ufficiale, ancora una volta, è Lauretana.40411F4B0797Ma se pensate che sia finita, vi sbagliate di grosso.

Al termine dello strabiliante concerto, siamo volati a Casa Bocelli per il “gran finale” notturno che si è concluso alle prime ore del mattino.

300 selezionatissimi invitati sono stati ricevuti presso la Tenuta privata del Maestro, e per l’occasione, Salotti del Gusto® ha curato allestimenti, mise en place e menu, firmato dallo chef Gilberto Rossi, e dedicato al tema della serata, il “Circo”.

Completamente differente, ma altrettanto impattante, il contesto creato da Salotti del Gusto® a Casa Bocelli, con allestimenti e coreografie più moderne incentrate su giochi di luce.1067679104Non possiamo svelarvi tutti i particolari, ma condividere con voi la gioia di aver “accontentato” in ogni desiderio palati così esigenti, quello si !!

E allora, ecco, il menu :

IL “FUNAMBOLICO” STORIONE TRA LE SUE UOVA, LE MANDORLE ED I FIORI Lo “Storione del Ticino” affumicato con Caviale Oscietra Royal “Ars Italica”, pan brioche alle mandorle e burro di panna ai fiori eduli.

LA ROSA DI TORRENTE ALPINO IN “ACROBAZIA” SUI PACCHERI PEPENERO Paccheri ripieni di burrata del “Pastificio Artigianale Michelis” con “la Rosa di torrente alpino” della Fattoria del Pesce.

“L’EQUILIBRISTA“ MUCCO PISANO TRA PISTACCHI E TARTUFO, IN SOSPENSIONE VIOLA Praline di Mucco Pisano della macelleria “Lo Scalco” in crosta di pistacchi su vellutata di patate viola e Tartufo estivo di San Miniato.

IL CIOCCOLATO FONDENTE CHE CREDEVA DI ESSERE UN CLOWN Mousse di cioccolato fondente con “naso” di fragola e frutta candita.8582110112

I vini ? Quelli delle grandi occasioni ! Dai rossi di Barone Montalto e Ricossa a Poderi dal Nespoli.

Per la toscana, direttamente dalla cantina privata del Maestro, Frescobaldi, Tenute dell’Ornellaia e “Centosei ” Orcia doc di Pometti, degustati durante la “luxury experience” con 200 ospiti “super vip” giunti a Lajatico da tutto il mondo per una due giorni “gourmet” di musica e spettacolo.1F4B0158La serata, che ha avuto il suo apice nella consueta cerimonia  di firma di alcune prestigiose Magnum Cuvage della collezione privata da parte di tutti gli artisti e ospiti vip, si è conclusa con una straordinaria performance a cavallo del Maestro Andrea Bocelli che ha lasciato gli ospiti letteralmente strabiliati.978892103115114Un’edizione da incorniciare.

Tra gli ospiti, Ferruccio Ferragamo, Eva Cavalli.

Di seguito, l’inciso dell’articolo con il quale il quotidiano “Il Tirreno” ha descritto il “nostro” lavoro:

” Grandi le suggestioni dell’area Hospitality, firmata dai Salotti del Gusto al Teatro del Silenzio che hanno puntato tutto sui prodotti dell’enogastronomia d’eccellenza.. Da rivista patinata l’allestimento sia al Teatro che a casa Bocelli: una vetrina internazionale di altissimo profilo. Dopo lo spettacolo, un mega ricevimento, i cui proventi sono andati alla Andrea Bocelli Foundation, sempre con la magnifica regia dei Salotti del Gusto” .

Un mio ringraziamento personale va alle aziende che da anni accompagnano il nostro lavoro, non solo al teatro del Silenzio, ma in tutte le attività di Salotti del Gusto®: Cuvage, Ricossa, Podere dè Nespoli, Barone di Montalto, Lauretana, Michelis, Ars Italica Calvisius Caviar, Storione Ticino, Vun, Park Hyatt Milan, Azienda Agricola Pometti, Frescobaldi, Lo Scalco, Fattoria Lischeto, Fattoria del Pesce, La Cantina di Paul, agli chef stellati Gilberto Rossi del Pepenero di San Miniato e Andrea Aprea del Ristorante Vun al Park Hyatt Milan, e ad Alessandra Veronesi, sommelier e restaurant manager dell’Acanto all’Hotel Principe di Savoia di Milano, i nostri collaboratori Denise e Carmine che hanno egregiamente completato il nostro “team”.

Ora posso confessarvelo; questa edizione l’ho preparata bloccata in un letto da due odiosi gessi, a causa di due brutte fratture ad entrambe le braccia che mi sono procurata prima dell’inizio dell’estate.

Sono salita a Lajatico con due docce gessate, le ho tolte unicamente per scattare la foto con Andrea e Veronica che trovate ad inizio articolo.

Probabilmente il viso è sfigurato dal dolore, e le braccia, se ci fate caso, sono ancora rigide e gonfie. Ma il sorriso non manca. Mai 🙂

L’appuntamento è all’edizione 2017 ( tutta intera, almeno spero 😉 ) ( r.c.)

 

Schermata 2016-08-28 alle 22.07.01