1286 Visualizzazioni |  Mi Piace

NUDE LOOK o MAKE UP FLUO ? Consigli di fine estate per esaltare l’abbronzatura

Ora possiamo dirlo, è stata un’estate all’insegna dei contrasti.

Fast forward, senza mezze misure.

Parola d’ordine: energia.

Dettagli eclettici, nuance decise, look audaci e irriverenti.

Ma sopratutto individuali.

Bando ai tecnicismi e alle perfezioni, le nuove tendenze abbracciano un unico desiderio : un trucco che sembri reale, indossato e vissuto da una donna in carne ed ossa.

Non troppo cosmetico, ma libero di interpretare e sperimentare.

Ecco le tendenze viste durante l’estate e i consigli beauty look per esaltare l’abbronzatura d’agosto 😉

FEMMINILITA’ SOFT
Come esprimere l’autenticità di una donna che vive, ama, gioisce, seduce ? Con un escamotage che risulta anche un revival: un deciso ritorno del blush. Non nella sua funzione romantica, ma in quella strong che strizza l’occhio agli ’80: se fino a quest’inverno bastava una pennellata a dare un tocco di salute al volto, in estate nuvole di colore rosa e corallo scaldano gli zigomi, spingendosi fino alle palpebre e alle tempie, in all-over bamboleschi. Via libera a tutte le nuance di rosa, ruggine, pesca e sabbia che compongono la color-palette di punta per enfatizzare l’abbronzatura naturale di fine estate.  Colori freschi, moderni, con un che di innocente, soft eppure vivi e sofisticati, esaltano i toni organici della pelle, ne minimizzano i difetti con un incredibile effetto beautifying su tutte. Il segreto ? giocate con le texture, è  indispensabile  intravedere la pelle in trasparenza. Puntate su formule fluide, infuse di oli con un finish leggermente traslucido come rugiada, per esaltare l’abbronzatura e non coprirla.

Beauty tips: ricordatevi di usare una base a lunga tenuta o un primer prima del fondotinta. Fissa il trucco e soprattutto il blush. Il pezzo cult ? Coco Code Armonie di Fard. Si tratta di una palette di fard in edizione limitata dalla consistenza ultra-morbida, per giocare con quattro dei colori Chanel per eccellenza: il bianco, il beige, il rosso e l’oro, che si declinano in nuance dai molteplici effetti, opachi e satinati. Può essere utilizzato con grande libertà, a seconda dell’ispirazione personale, sia con il pennello sia con le dita. Per un risultato blush si miscelano le 4 tinte con il pennello. Per illuminare il viso, si applicano sui punti luce le due nuance satinate, l’avorio e il miele. Per il contorni si utilizza la tinta color caramello. Tutto chiaro ??

REAL NUDES : NO FILTER O WET
Il vero make up all’insegna dell’autenticità è l’intramontabile nude look, sempre più puro e luminoso. Un nudo così estremo al punto che i maestri parlano di “grooming da ragazze“, di un “niente ma non proprio niente” che solitamente si riserva ai backstage delle sflate maschili: correzione delle imperfezioni, e niente più che un perfetto uso dello skincare come unica arma di bellezza. Protagonista, la pelle vera, senza filtri nè inganni. Basta stratificazioni, la mission è riprodurre la luce tipica della pelle adolescenziale abbronzata. Quasi come liceali. L’unico aiuto concesso è un sapientissimo uso della luce, che se fino alle scorse stagioni si limitava allo “strobing”, cioè l’enfasi della pelle con auree di luce soffusa, adesso calca l’evidenza della texture fino a trasformare la luce in materia e arrivare al “wet”, l’effetto bagnato, lucente e “fresh” che regala un’attitude dinamica e reale al volto. Centro delle palpebre, gote, zigomi, labbra, tempie: l’intensità della luce è totalmente regolabile, da un lieve riflesso che ricorda una crema idratante appena stesa a flash vinilici, plastici, letteralmente bagnati. Occhio a non esagerare però.

Due prodotti per un incarnato a prova di selfie: il fard Diorblush Colour Gradation e la cipria Diorskin Nude Air Colour Gradation. Il primo accarezza gli zigomi colorandoli delicatamente per un raffinato effetto bonne-mine. La seconda si fonde con la pelle regalando un finish glow perché iridescente ed evanescente. Dai 26 ai 58 euro. Alla portata di tutte.

FREE COLOR, TOTALLY 80s
L’estate è stata davvero un’esplosione di colori e di gioia. Naïf e  giocosa. Via libera dunque alle nuance vivaci, e agli anni settanta e ottanta con palpebre dai colori pastello e fluo. Il “winged eyes”, lo sguardo alato, pare ormai il futuro dello smoky eye: gli ombretti, ultra saturi di colore, si stendono con le dita come un rito tribale allo specchio. Blu cobalto, zaffiro (Victoria Beckham), i verdi  – dallo smeraldo al kaki – (Emilio Pucci, Versus Versace) e l‘arancione (Ferragamo) sono senza dubbio le nuance di punta con cui sperimentare, liberamente, su ogni colore di iride, per ottenere look sempre freschi e vibranti.  Anche le labbra sono irriverenti, coperte di glitter (Fendi, DKNY, Lanvin), fluorescenti oppure pastello (i rossetti spaziano fino all’azzurro soft) e perfino bicolor (ciliegia sopra, fucsia sotto, da Cushnie et Ochs). Non solo rossi e colori sorbetto: le ragazze cool non temono di esplorare le zone più estreme dello spettro cromatico, dal blu ai neri, a fior di labbra, impreziosite da glitter per un effetto sparkling. Shining always 😉

Lo accettate un consiglio ? Ultimate con un tocco dorato per donare luce e trasformare il make up in un opera d’arte. Ottimo l’illuminante per occhi Pat McGrath Labs Metalmorphosis 005 must have in vendita anche da Sephora.

EYELINER “SMUDGY” ovvero DISFATTO
Non importa il colore quanto l’applicazione; deve essere macchiata e imperfetta. Avete capito benissimo! Aloni sfumati, mascara incrostati, kajal non troppo perfetti nella rima dell’occhio, che mettono il dubbio: “è notte tarda o è già mattina?” E’ più facile di quello che sembra; seguite la “water lines” ( la rima interna dell’occhio)  e applicate in modo leggermente casuale, senza sbavare troppo, in m,a fiera naturale. Le righe spesse vanno bene per un effetto cat-eyes, ma assolutamente vietato imitare le pin up anni’50.

Un segreto : usate l’eyeliner in gel applicato nella rima superiore interna, dona profondità allo sguardo e ha un effetto lifting. Il prodotto che vi consiglio è Mac Fluidine in versione “pro”, il migliore in assoluto !

RED LIPS
Il rossetto rosso va bene solo se il resto del trucco è estremamente leggero o addirittura assente. Fondamentale, quindi, la cura dell’incarnato, le sopracciglia non troppo spinzettate e un make up occhi accennato. Altre nuance su cui puntare sono il pesca, l’arancio elettrico, il fucsia e i colori contrastati come il viola-grigio.
Ricordate, per chi ha labbra sottili meglio il gloss, per chi ha labbra carnose, osate le nuance scure. Perfetto l’Absolu Rouge di Lancome.

Bene, siete pronte per terminare questa estate all’insegna del colore ?

Forza allora ! E mi raccomando, MAI il selfie “senza trucco” 😉

(r.c.)