2649 Visualizzazioni |  1

Avete mai assaggiato il prosciutto toscano SOTTO CENERE firmato Lo Scalco ?

Ho ancora l’acquolina in bocca !

Per cosa ?? Provate ad entrare da “Lo Scalco” a San Miniato, tra le più prestigiose gastronomie, norcinerie e macellerie della toscana, e vi accorgerete che è una vera delizia, per gli occhi e per il palato 😉

Prima di acquistare, sedetevi nell’angolo denominato “Enomacelleria”, e fatevi  coccolare dalle degustazioni e dalla simpatia di Maurizio Castaldi.

Entrerete in un tourbillon di sapori speziati, dalla Crema di Guancia al Lombo Affienato in una miscela di cinque erbe aromatiche ( che, vi assicuro, ha il profumo del campo appena falciato).

E ancora, solo per citarvi quelli da standing ovation, la Spalla di Maiale Pesante Pisano, la  Sopressata contadina con erbe piccanti e peperoncino, il Rigatino, il Salame denominato “Il Vignaiolo”, il Lonzino Affinocchiato e tante altre ricette medicee che soltanto in questo angolo della toscana potrete ritrovare.

E Andrea Bocelli lo sa bene 😉

Da quattro anni, infatti, Lo Scalco è il fornitore ufficiale di carni e salumi toscani dell’hospitality vip dei suoi concerti al Teatro del Silenzio di Lajatico.

loscalco8

loscalco16Ma se volete un’autentica chicca, in grado di  conquistare anche l’ospite più esigente, provate il Prosciutto Tradizionale sotto Cenere firmato Lo Scalco.

Si ottiene dalla carne di suino pesante allevato nel territorio di San Miniato ( deliziosa cittadina in provincia di Pisa, famosa anche per i suoi tartufi).

La coscia, messa sotto sale, viene lavata e rivestita con una concia composta di sugna ( da non confondere con lo strutto!), farina di grano, sale pepe e aromi, e viene lasciata stagionare per circa 10 mesi in ambienti aerati.

Dopodiché, secondo un’antica tradizione norcina, viene tenuta sotto cenere per 4 /5 mesi ottenendo quella particolare affumicatura a freddo che gli dona quel leggero sentore di fumo, non invadente e ben equilibrato con il sapore delle spezie.

loscalco20Lo confesso, è il mio preferito 😉

E il retrogusto finale vi sorprenderà; un sapore che sa di sottobosco, lungo e persistente.

Chiudete gli occhi un’istante, mentre lo gustate; vi sembrerà di essere piombati in pieno Rinascimento fiorentino.

Di trovarvi in un palazzo, attorniati dalla corte medicea, con il girarrosto ( magari quello progettato da Leonardo) e la fettunta.

In un attimo, sarete invasi da un’emozione unica.

E sarà proprio Maurizio ad accompagnarvi in questo “viaggio” gourmet, raccontandovi le tradizioni più belle della sua amata toscana, e la passione per il suo lavoro.

Non ci credete ? provate e poi mi direte …

p.s. attenti, provoca dipendenza 😉

(r.c.)

Lo Scalco

via Tosco Romagnola Est 553 / 633

San Miniato ( PI)

Tel. 0571.418727