2737 Visualizzazioni |  3

I SALOTTI DEL GUSTO@ di Villa Condulmer, tre giorni all’insegna di CIBO, BENESSERE E MOTORI !

Cibo, vino, benessere e motori: questi i  protagonisti che hanno affascinato il pubblico dei Salotti del Gusto® nella suggestiva location di Villa Condulmer a Mogliano Veneto.

Dal caviale al tartufo, dai prosciutti al culatello, alle spezie e i formaggi più pregiati, una nutrita selezione di produttori enogastronomici di altissimo profilo ha accolto i visitatori nei suggestivi “Salotti in Barchessa”.

Sold out le ‘Chef Experience’, ‘spazi’ nei quali esperti e volti noti dell’enogastronomia, cultura e spettacolo hanno dato vinta ad autentici ‘ salotti’ gourmet, confrontandosi sul tema ‘buona tavola e benessere psicosomatico’.

Apprezzate dal pubblico le ‘verticali’ condotte nei ‘ Salotti Wine’ dalla sommelier Alessandra Veronesi e Luca Martini, miglior sommelier al mondo.

Grande successo anche per i ‘Salotti Vip’, dinner gala con academy e show cooking che si sono conclusi con il party in ‘Cortina Style’ firmato Vip Club Cortina.

Vivere i sapori e il gusto dei prodotti italiani e farsi coccolare nei “Salotti del Gusto@”, spazi nei quali incontrare rinomati chef, sommelier, esperti, critici con i quali dialogare, esplorare, degustare; è questa la filosofia della kermesse ideata dagli imprenditori Raffaella Corsi e Alessandro Domanda, che unisce produttori, operatori e appassionati con momenti di intrattenimento e lifestyle.

Una selezione di eccellenze food & wine provenienti da tutta Italia ha accolto i visitatori nel suggestivo percorso di degustazione ambientato nella Barchessa della Villa che abbraccia il parco storico; aziende emergenti accanto a brand affermati come Birra Moretti®, partner del circuito, protagonista di un corner di degustazione animato nell’area incoming con le sue principali referenze.

I Salotti del Gusto® di Villa Condulmer hanno consolidato il successo di  Chef Experience”, apprezzati ‘salotti’ placè dedicati ognuno ad appena 50 commensali nei quali buongustai, appassionati e operatori hanno potuto ammirare in real time famosi chef all’opera e gustarne le specialità ascoltando i produttori vinicoli e agroalimentari raccontare storia, tradizione, passione dei loro prodotti.

La due giorni enogastronomica si è aperta con la ‘Truffle Experience’ firmata Savini Tartufi, una suggestiva caccia al tartufo nei boschi della tenuta; un modo divertente per informare sulle qualità del tartufo, spiegarne i pregi e far rivivere l’emozione della ricerca.

La gourmet experience è proseguita nella Sala del Camino con il ‘salotto’ di Tommaso Arrigoni, Executive Chef del ristorante Innocenti Evasioni di Milano, che ha stupito e impressionato il parterre con il menu ‘Birra, Spezie e Tartufo’.

Interpretazioni e accostamenti tutt’altro che scontati, resi equilibrati dall’estro e dalla creatività dello chef Arrigoni che ha scelto per l’elaborazione dei suoi piatti la selezione di spezie ‘Tutte le spezie del mondo’, i fichi ‘Antiche bontà di Calabria’, carni e salumi della Norcineria ‘Lo Scalco’ di San Miniato e il tartufo bianco ‘Savini Tartufi’.

La sommelier Alessandra Veronesi ha condotto le degustazioni in abbinamento al menu delle referenze Birra Moretti®: Birra Moretti Baffo d’Oro, Birra Moretti Doppio Malto, Birra Moretti Grand Cru e Birra Moretti La Rossa, ed un incursione vinicola con le etichette ‘Timorasso’ di Cascina Carpini e ‘Hurlo’ di Garbole.

Ha condotto il ‘salotto’ il giornalista e gourmet Paolo Valdastri.

Nel Giardino d’Inverno, Michele Potenza, Executive Chef del Ca’ Sagredo Hotel di Venezia, ha fornito un’eccellente interpretazione dei prodotti del territorio veneto nel salotto ‘Le Eccellenze della Valpolicella’, che si è aperto con l’introduzione della dott.sa Olga Bussinello, direttrice del Consorzio di Tutela dei Vini della Valpolicella, che ha illustrato le bellezze paesaggistiche e le peculiarità del terroir.

Lo Chef ha presentato piatti ispirati alla tradizione veneta, utilizzando unicamente prodotti e tipicità del territorio: tartare di scottona, ravioli di funghi porcini, risotto al Valpolicella, fonduta di casatella trevigiana, vitellone bio dei pascoli veronesi, carciofo confit di Sant’Erasmo, per concludere con il tortino di zucca, gelato all’olio e soffio di Recioto.

In abbinamento, i commensali hanno potuto degustare i vini del Consorzio di Tutela dei Vini della Valpolicella presentati da Luca Martini, campione del mondo dei sommelier AIS in carica.

Il ‘salotto’ è stato condotto da Max Viggiani, giornalista e speaker di RTL102.5; al termine dell’apprezzata performance, la dott. Olga Bussinello ha ricevuto il gioiello ‘Ponente Jewel’quale esponente di spicco femminile del mondo enologico italiano.

Affollatissimi i ‘salotti vip’ in notturna, che si sono aperti con l’aperitivo ‘Amor Osa’ Principe Ibleo nell’Enoteca Wine Bar, e sono proseguiti con oltre 200 commensali nelle sale allestite a festa, ad ammirare e degustare gli accattivanti menu proposti da Giorgio Trovato, Consulting Chef ed Executive Chef de Il Convito di Curina, ristorante di Villa Curina Resort di Castelnuovo Berardenga (Siena) e Presidente della Federazione Italiana Professional Personal Chef, e Hirohiko Shoda, il simpatico chef volto di Gambero Rosso Channel e Geo & Geo, cresciuto alla prestigiosa scuola di Massimiliano Alajmo a Le Calandre.

In una Sala del Camino gremita all’inverosimile, chef Giorgio Trovato ha proposto un accattivante menu nel quale ha sapientemente accostato il caviale ‘Da Vinci’ Ars Italica Calvisius di Agroittica Lombarda alla canapa, autentica novità in cucina, della quale ha evidenziato le proprietà nutriceutiche insieme all’esperto agronomo e tecnologo alimentare Antonio Martino e al medico di Elisir Carlo Gargiulo.

Al ‘salotto’ sono intervenuti Max Viggiani, speaker di RTL102.5, Andrea Laffranchi, critico musicale del Corriere della Sera, e la nota food blogger Giulia Nekorkina.

Nel menu ‘Le Virtù della Canapa e le Coccole del Caviale’ lo chef ha spaziato dal crudo di scampi con bacche di goji e cedro candito ai pici con farina di canapa, l’orata su crema di parmigiano ‘Malandrone 1477’ ( che all’evento ha proposto la stagionatura record di 136 mesi), il tutto sapientemente abbinato con le perle di caviale “Da Vinci” Ars Italica Calvisius, per concludere con il cioccolato al decorticato di canapa su crema di tartufo bianco “Savini Tartufi”.

La sommelier Alessandra Veronesi ha condotto, insieme ai produttori, la degustazione dei vini in abbianamento: Franciacorta Dosaggio Zero de La Fiorita, Lugana 2013 de Le Preseglie, Bianco Laura di Podere La Regola, Prosecco Superiore Valdobbiadene Docg Brut 2013 di Maggior Consiglio, Passito Intellighenzia di Principe Ibleo.

Al termine del laboratorio, la sommelier Alessandra Veronesi ha ricevuto il gioiello ‘Ponente Jewel’ quale esponente di spicco femminile del mondo enologico italiano.

Contemporaneamente nel Giardino d’Inverno, lo chef Hirohiko Shoda ha letteralmente conquistato gli oltre 100 commensali con “Le Sette Regole del Tartufo”, menu innovativo completamente incentrato sul tartufo bianco di ‘Savini Tartufi’; carpaccio di fesone e porcini freschi, risotto di zucca con ossibuchi di Vitello, quaglia in salsa Yakitori e fegato d’oca in pasta fillo, tortino al cioccolato fondente.

Ogni piatto ricoperto da petali di tartufo bianco ‘Savini Tartufi’, grattato direttamente sul piatto prima di essere portato in tavola, creando una memorabile suggestione di profumi e sapori.

A condurre il laboratorio la vulcanica scrittrice e gourmet Roberta Schira, firma del Corriere della Sera, mentre il campione del mondo dei Sommelier Luca Martini ha illustrato, insieme ai produttori, le etichette in abbinamento ai piatti: Pinot Nero santa Maria Riserva 2010 Maso Corno, Heletto 2009 Garbole, Friulano degli Ulivi 2012 Polencic, Brunello Montalcino Madonna di Como 2010 Il Marroneto, Recioto della Valpolicella Pietro Zardini.

Al termine del ‘salotto culinario’ Roberta Schira ha ricevuto il gioiello ‘Ponente Jewel’ quale esponente di spicco femminile della critica enogastronomica italiana.

Tutti i protagonisti hanno concluso la serata ballando fino a tarda notte sulle note, prima del pianista e poi del dj set nel party firmato Vip Club Cortina, il noto locale simbolo del bien vivre ampezzano che ha offerto un anteprima dell‘Opening Party del 5 dicembre, quando aprirà ufficialmente la winter season a Cortina insieme a Salotti del Gusto® e Jeep®.

La giornata di domenica 30 novembre si è aperta con la “Truffle Experience” condotta da Cristiano Savini di “Savini Tartufi”, insieme all’inseparabile cane Giotto, ed è proseguita nel Giardino d’Inverno con il laboratorio dello chef Massimo Livan, dell’Antinoo’s Lounge & restaurant dell’Hotel Centurion Palace di Venezia, che nel menu “I Sensi del Tartufo”ha offerto una sua personalissima ed apprezzata interpretazione del tartufo bianco, dall’entrée al dolce.

Massimo Livan è uno chef eclettico, che ama stupire con le forme, le essenze e i colori; le sue proposte hanno conquistato i commensali, che hanno apprezzato in apertura il raviolo di prosciutto “Cotto Masè Nerotrieste”con uovo in negativo, l’Autunno di zucca e porcini, il risotto al radicchio di Treviso, la trota salmonata “Fattoria del Pesce” e il tortino caldo al cioccolato, tutti i piatti rigorosamente ricoperti da tartufo bianco “Savini Tartufi”.

Il sommelier Luca Martini ha illustrato, insieme ai produttori, le etichette proposte in abbinamento: Metodo Classico Arturo Bersano Talento Brut 2010, Ruchè Castagnole Monferrato l’Accento 2013 Montalbera, Manuzio Toscana Igt 2000, Cassiodoro Senator Senatore Vini, “Il Famoso nel convento”igt Marche bianco 2013 Il Conventino di Monteciccardo, il Liquore Ciliegia di Liquorificio Morelli e Intellighenzia di Principe Ibleo.

Altissima cucina e proposte ricercate nella Sala del Camino, nel laboratorio dello chef Luigi Taglienti, che ha lasciato da poco il Trussardi alla Scala di Milano per una nuova entusiasmante avventura, e che ha proposto in occasione di Salotti del Gusto® il menu “La Filosofia del Caviale” ispirandosi al caviale destruttutrato Ars Italica Calvisius, con raffinati abbinamenti all’insegna del contrasto e dell’armonia, sia nelle composizioni cromatiche che nella riconoscibilità dei componenti.

Lo chef Taglienti ha stupito il pubblico con le sue raffinate essenze; acqua di sambuco, caviale e panna acida, uovo, mandorla e pesto marino, e infine il piatto Caviale Da Vinci Ars Italica Calvisius banana Split.

Al “salotto culinario” sono intervenute la food blogger Giulia Nekorkina, la scrittrice, giornalista e gourmet Roberta Schira, mentre la sommelier Alessandra Veronesi ha condotto, insieme ai produttori, al degustazione dei vini in abbinamento: Valdobbiadene Prosecco Sup. docg Brut Fagher Le Colture, Bianco Vigna di More, Donna Marta Brut Le Mojole, Arancino Liquore Morelli.

Autografi, selfie, domande e incontri per conoscere da vicino i grandi chef della cucina italiana; giovani, belli, famosi e sorprendentemente bravi in cucina, a Salotti del Gusto® si sono distinti sia per le loro doti culinarie che per il loro savoir faire.

Estremamente disponibili ed estrosi nelle loro interpretazioni, hanno creato e raccontato con passione i loro piatti, mostrando l’esecuzione con spettacolari show cooking, si sono avvicinati personalmente ai tavoli coccolando i commensali, rispondendo ad ogni domanda, spiegando ogni loro invenzione.

Sono stati molti gli applausi a scena aperta, ed il tutto è stato vissuto nell’atmosfera professionale ma friendly che caratterizza da sempre i Salotti del Gusto®, e che lascia ampio spazio a gustosi e improvvisati fuori programma.

Durante la due giorni enogastronomica, ospiti e visitatori hanno potuto ammirare un’autentica chicca: nello spazio adibito ad Enoteca, gli abili artigiani de La Cantina di Paul hanno costruito una Personal Wine Suite a dimensione reale, curata in ogni minimo dettaglio, che ha custodito per i giorni dell’evento le preziose etichette degustate nei laboratori culinari e nelle prestigiose Verticali della “Prima Classe Vintage Experience” condotte dai sommelier Alessandra Veronesi e Luca Martini.

Vini rari, annate introvabili delle aziende Roccolo Grassi, Dal Forno e Quintarelli riservate a soli 20 ospiti.

Molta curiosità e ammirazione per la “cantina che sale al Piano Nobile ”, come è stata ribattezzata, nella quale era possibile ammirare i particolari della boiserie, degli intagli e cesellature, e le tecnologie, dall’illuminazione alla climatizzazione interna.

Un gioiello di architettura e design, apprezzata così come i nuovi decanter della linea Sommelier Touch di IVV, Industria Vetraria Valdarnese, utilizzati dai sommelier durante le degustazioni, che hanno conquistato tutti i produttori presenti con le loro caratteristiche impronte che ne rendono estremamente agevole l’uso.

Tra gli operatori presenti, anche un pool di selezionatori della location, l’Hotel Villa Condulmer, che hanno degustato i prodotti scegliendo dieci aziende che saranno inseriti nei menu e nella carta dei vini della struttura.

Ecco le aziende selezionate: Alberto Trabatti di Artisan Torrefacteur, Ca’ Pigneto, Fondazione Zibello, Azienda agricola La Fiorita, La Fattoria del Pesce, Norcineria Lo Scalco, Azienda Agricola Le Preseglie, Azienda vinicola Maggior Consiglio, Podere La Pergola, Savini Tartufi, Senatore Vini.

Oltre ai buyers del mercato canadese, cinese e giapponese ( rappresentato dalla bellissima e nota attrice Jun Ichicawa) erano presenti anche due selezionatori per il mercato statunitense: Ivan Italiano e l’attore britannico Noel Laster Rands che hanno scelto due aziende che voleranno oltre oceano per presentare i loro prodotti durante un importante evento dedicato alla ristorazione californiana all’Hotel Hilton di San Diego il 25 Febbraio del 2015.

“Il pubblico ama vedere gli chef fuori dalla cucina – spiega Alessandro Domanda, imprenditore fondatore insieme a Raffaella Corsi del format Salotti del Gusto®osservarli mentre creano i piatti, spiegandone la filosofia, parlare con loro, intrattenendosi in eleganti e confortevoli salotti per sapere come sono nati gli accostamenti cromatici e i sapori”.

“Questa edizione ha confermato i consensi della critica – prosegue Raffaella CorsiSalotti del Gusto® è in continua crescita, il livello è sempre più alto, ricercato. Il format è vincente e ampiamente apprezzato dal pubblico, i “salotti culinari” sono luoghi senza tempo, nei quali perdersi nella magia degli chef, nelle novità culinarie proposte, nei vini prestigiosi raccontati. Ancora una volta tutti i protagonisti che abbiamo scelto hanno riscosso un grande successo, questo premia il lavoro di mesi che c’è alla base della selezione – spiega Raffaella Corsi, ideatrice e organizzatrice di Salotti del Gusto®ora siamo pronti per un grande 2015 pieno di appuntamenti e sorprese”.

Salotti del Gusto® è un Circuito fortemente dedicato alle donne; sono molte le protagoniste femminili, ed è per questo motivo che Pieriboni Ventures ha scelto l’evento di Mogliano per presentare in anteprima i suo nuovo gioiello, Ponente Jewel, un prezioso pendente che prende ispirazione dal mondo del vino e che per le due giornate ha impreziosito il décolleté di Raffaella Corsi, splendida padrona di casa, nella versione in oro, ed è stato donato alla scrittrice e giornalista Roberta Schira, nella versione in oro rosa, alla sommelier Alessandra Veronesi, nella versione rutenio e alla Direttrice del Consorzio di Tutela dei Vini della Valpolicella Olga Bussinello.

Cinque donne con cinque differenti professionalità, che rappresentano al meglio l’amore per il vino e l’eccellenza.

Molto apprezzati a Villa Condulmer anche i test drive, on e off road, targati Jeep®, sponsor di Salotti del Gusto® fin dall’inizio della sua avventura, che hanno coinvolto visitatori, ospiti e protagonisti dell’evento; a disposizione di tutti una grintosa flotta di Grand Cherokee, Cherokee, Wrangler e la nuovissima Renegade, per scoprire le bellezze del territorio insieme a driver istruttori professionisti di guida sicura.

Con l’edizione di Mogliano Veneto, Salotti del Gusto® si conferma format innovativo, dinamico e di successo, capace di rendere possibile l’incontro tra produttori vinicoli e agroalimentari, operatori di settore, esperti ed appassionati, per confrontarsi, dialogare, esplorare, informare, collaborare, valorizzare e, soprattutto, “fare rete”.

Un vero e proprio ‘salotto friendly’ nel quale – dalle piccole alle grandi aziende, dai brand emergenti a quelli affermati, dagli hotel alle strutture di ristorazione, alle cantine vinicole, ai produttori agroalimentari, dagli chef ai personaggi dell’enogastronomia, dello spettacolo e della cultura, fino agli addetti ai lavori e ai semplici appassionati – ognuno può sentirsi parte e protagonista di un network di eccellenze.

Schermata 12-2457017 alle 21.15.19

Da sinistra, Michele e Raffaele Senatore di Senatore Vini, lo chef Hirohiko Shoda, Nazarena Pierangelo, Raffaella Corsi e Alessandro Domanda, fondatori di Salotti del Gusto

Schermata 12-2457018 alle 11.05.21

Raffaella Corsi, ideatrice di Salotti del Gusto, tra la food blogger Giulia Nekorkina e la scrittrice e critico gastronoico del Corriere della Sera Roberta Schira

Schermata 12-2457017 alle 17.54.06

Il laboratorio dello chef Tommaso Arrigoni a Salotti del Gusto

Schermata 12-2457017 alle 17.35.45

Lo chef Hirohiko Shoda tra Roberta Schira e Luca Martini, World Best Sommelier

Schermata 12-2457017 alle 19.23.22

Carlo Gargiulo, lo chef Giorgio Trovato e Max Viggiani di RTL102.5LL

Schermata 12-2457017 alle 17.40.21

Il risotto di zucca con ossobuchi di vitello e tartufo bianco di Hirohiko Shoda

Schermata 12-2457017 alle 19.05.54

La sommelier Alessandra Veronesi, Roberta Schira e lo chef Luigi Taglienti

Schermata 12-2457017 alle 21.19.05

La Cantina di Paul

Schermata 12-2457017 alle 18.22.26

Raffaella Corsi, ideatrice di Salotti del Gusto

Schermata 12-2457017 alle 21.31.14

Antonio Pieriboni insieme a Raffaella Corsi e Silvia Vietri

Schermata 12-2457017 alle 21.17.14

La nuovissima Jeep® Renegade

Schermata 12-2457017 alle 17.59.12

Raffaella Corsi e Alessabndro Domanda, ideatori di Salotti del Gusto®

Clicca qui per visualizzare il VIDEO e “scrolla” di seguito la BIG GALLERY